domenica 20 gennaio 2013

Pane, i miei esperimenti con il Lievito Naturale

Nessuna nuova, buona nuova. Così dice un proverbio, lo prendo in considerazione e aspetto...ancora dieci giorni per sapere se tutto è ok. Uffi!!!! quanto stress!!!

Finalmente dedico un post al pane e ai lievitati simili ottenuti con il Lievito Naturale.

Un paio di mesi fa mi è stata regalata la Pasta Madre o Lievito Naturale, in realtà da molti anni io avevo limitato tantissimo il consumo di pane perchè non lo digerivo bene e mi creava sempre molto gonfiore nello stomaco, così come quando vado a mangiare una pizza  la mia digestione è sempre piuttosto rallentata. Quindi l'ho accettata con molta diffidenza, più per cortesia che per vero interesse.

Però l'idea di provare a lavorare con gli impasti e i lievitati mi attirava tantissimo, ho sempre ammirato quelle blogger che riescono a panificare con una facilità per me impensabile, e il risultato delle loro ricette con le foto di pani e focacce, o dolci che sembrano uscire  dal pc mi  lasciava sempre una grande
voglia di provare a confrontarmi con questo prodotto.

Così è cominciata la mia passione, ho provato e riprovato, leggendo ricette e metodi, informandomi tra i blog, acquistando qualche libro e perchè no, anche seguendo qualche ricetta dal pacchetto della farina.
La cosa più difficile, inizialmente è stata quella di "capire" il lievito, osservarlo, annusarlo e controllarlo quotidianamente per tenerlo in vita con una buona qualità. Ora mi basta buttare l'occhio quando apro il frigo per capire che è ora di rinfresco, lui è lì nel suo vaso, bello che si dà un sacco di "arie" e quasi arriva al coperchio per quanto è cresciuto e allora via, al lavoro ragazzo!!!

Così ogni 5/6 giorni procedo al suo rinfresco e panifico, qualche volta il pane o la focaccia salata, altre volte la pizza o un buon dolce come quello del post precedente.

Naturalmente i primi impasti sono venuti così così, poi a forza di provare e riprovare......i risultati ora cominciano ad arrivare con grande soddisfazione! E' vero però che ho ancora molto  da imparare, e da perfezionare per dirmi "capace" di fare bene i lievitati. Perciò accolgo e aspetto critiche e suggerimenti, a me piace sempre imparare bene!

Tra i vari impasti che ho fatto quello che uso sempre ormai per fare il pane è quello di Bonci, il famoso panificatore della trasmissione della Clerici, io rimango incantata quando lo vedo preparare in pochi minuti le sue focacce!

Questa è la sua ricetta da me adattata per le mie dosi, di solito vario le farine, quella che preferisco è una miscela di più cereali, ma per questo filone per esempio ho usato un mix di farro e grano saraceno.
Altre foto si riferiscono a panini con semola di grano duro e farina 0

Pane con farina di farro e grano saraceno





Ingredienti

500 gr di farina di farro e grano saraceno
150 gr lievito madre rinfrescato il giorno prima
330/350 ml acqua tiepida
3 cucchiai di olio evo Dante
8 gr sale

Sciogliere il lievito con l'acqua tiepida, unire la farina tutta insieme e impastare fino a far assorbire tutta la farina, aggiungere il sale e da ultimo l'olio evo Dante. Impastare fino a incordatura.
Con un filo d'olio ungere bene una ciotola grande di vetro o plastica, trasferire l'impasto anch'esso unto di olio, coprire con pellicola e mettere a lievitare in frigo nel cassetto delle verdure per almeno 18/24 ore.
Il giorno dopo riprendere l'impasto, farlo cadere sulla spianatoia infarinata e allungarlo in forma rettangolare, con le mani da sotto per non rompere la sofficità dell'impasto.
Prendere i due angoli dal lato corto e ripiegarli verso l'interno giungendoli tra loro, poi arrotolare verso il basso fino alla fine della pasta allungando il centro verso l'esterno per dare una forma omogenea di filone.
Mettere l'impasto in un canovaccio infarinato e chiuderlo con il canovaccio stesso. Lasciar lievitare per 20 minuti.
Scaldare il forno al massimo, ribaltare il pane nella placca rivestita di carta forno o silicone, abbassare immediatamente il forno a 200° e cuocere per 40/50 minuti.
Il pane è pronto quando battendo sul suo fondo suona "vuoto".



Pane di semola di grano duro



Ingredienti

300 gr di semola di grano duro rimacinata Molino Chiavazza
200 gr di farina manitoba Molino Chiavazza
300/330 ml di acqua
4 cucchiai di olio evo Dante
8 gr di sale

Identico il procedimento.

Panini con semi di sesamo, kummel, papavero



con questa ricetta partecipo al contest di Molino Chiavazza


48 commenti:

  1. Io davvero non ho parole ormai sei diventata davvero brava, e' vero che all inizio lo si studia quell esserino li ma poi e' una gran soddisfazione :) io mi ero presa anche un libro intitolato la pasta madre per avere più nozioni e qualche ricetta. Magari più avanti lo rifarò per ora ammiro il tuo lavoro!
    Spero che ciò che aspetti vada per il meglio lo so che l attesa può essere pesante ma sii positiva...
    Un grande abbraccio e buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai detto bene.. un esserino presuntuoso ma che se sente il tuo affetto ti dà grandi soddisfazioni!!!
      L'attesa è davvero snervante ma ogni giorno che passa è un mattoncino in più che solidifica l'evento e questo ci regala molta positività!! ora siamo sicuramente più positivi ma ancora qualche giorno e poi sapremo come va...
      sei molto cara tesoro!
      un abbraccio affettuoso

      Elimina
  2. Alla faccia dell'esperimento, amica mia!! Che splendore! Guarda che interno perfetto.. sei diventata bravissima con i lievitati!! <3 Anche io dovrei cimentarmi ma credo sempre di non essere all'altezza.. chissà, magari ci proverò :) Spero di leggere presto che tutto si è sistemato al meglio e che lo stress sia passato. Sono sempre qui per qualsiasi cosa, eh? Conta su di me, tesorina! TVB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh anima bella tu otterresti sicuramente grandi risultati, con quei dolcetti così perfetti e pieni di dettagli che prepari, non ho dubbi che anche con il lievito faresti cose meravigliose!
      grazie tesoro, bacio!!

      Elimina
  3. wow ci dai davvero dentro con il lievito eh? per fortuna sei magrissima quindi puoi sbizzarrirti tranquillamente ;-) quel pane al farro ti è ventuo una meraviglia, ha delle alveolature favolose!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Paola! eh il lievitino lavora bene.... ma se continuo a mangiare tutto questo pane mi sa che magrissima non sarò più!!!! beh meglio in carne va che secca secca!!!!!
      ciaoooooo

      Elimina
  4. Un pane splendido. Meraviglioso. Incrocio le dita e aspetto le tue buone nuove. Un abbraccio.

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara Giovanna! l'affetto di tutte voi mi consola molto e quando mi affaccio qui nel nostro mondo di blogger mi sento molto rilassata!!!!!!!
      baci

      Elimina
  5. Mi sembra che gli esperimenti siano andati alla grande!!! Buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!! ricambio di cuore l'augurio di una buona settimana!
      un abbraccio

      Elimina
  6. Che bello questo esperimento.Ma come dico sempre, io e la pasta madre non andiamo d'accordo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io la pensavo così finchè non mi sono messa d'impegno e ho cominciato a instaurare un "dialogo" con questo tipetto dalla personalità forte ma generosa! Provaci Licia, non ho dubbi che ci riuscirai!

      Elimina
  7. Che profumo di pane!!!! Stupendo! Brava, cucina e pensa ad altro perchè quando meno te l'aspetti la notizia arriverà!!!! Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Mariangela anche a te per l'affetto e come ho detto a Giovanna quando ho bisogno di relax corro qui tra voi!
      Baci

      Elimina
  8. ti è venuto benissimo!complimenti!:-) anch'io sperimento e sperimento... mi piace un sacco!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io credo che il lato che mi piace di più in cucina sia proprio lo sperimentare, provare e cercare sempre di andare un pochino oltre, scoprire quanto c'è sempre dopo quello che hai appena fatto...

      Elimina
  9. Che meraviglia questo pane!
    Il suo profumo è arrivato fin qui!
    Mi hai fatto venire voglia di impastare!
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh bene, verrò a trovarti allora per vedere i tuoi lavori, grazie cara!

      Elimina
  10. Il mio augurio, di cuore, è che sia tutto ok! Tengo le dita incrociate per te e ti sono vicina :) Questo pane è perfetto, i tuoi esperimenti sono sempre più belli e diventi sempre più brava! Complimenti cara Ondina, ti abbraccio forte :) Buon inizio settimana :**

    RispondiElimina
  11. Ammazzaaaaaaa complimenti!!!!!!! Son perfetti questi esperimenti! baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, buona settimana anche a te Claudietta!

      Elimina
  12. a me questo pane sembra perfetto già ora che dici di non essere ancora tanto esperta con i lievitati, immagino solo cosa sarai capace di fare acquistando maggiore esperienza!
    complimenti sinceri, sei stata bravissima!
    un bacio e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono solo all'inizio Maria Pia, spero di superare molti dubbi e qualche difficoltà che non ti nascondo c'è sempre quando affronti un nuovo mondo come quello dei lievitati che non è semplicissimo, ma provo e riprovo e ogni volta imparo qualcosa!
      grazie baci anche a te!

      Elimina
  13. Ma che brava che sei!!!
    Guarda che pane hai fatto, bellissimi anche i panini!! Io proverò a fare la pasta madre ma non mi illudo troppo, temo di arrendermi se non riesco le prime volte...vedremo.
    Uffa..ancora nessuna news??..nemmeno noi, dai incrociamo tutto Ondina, speriamo bene và!
    Un abbraccione, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Roby!! se fossime vicine di casa ti darei volentieri un pò della mia P.M. più si lavora epiù se ne crea!!! ieri l'ho portata a due mie amiche del ballo, incuriosite da questo prodotto che permette certi risultati.
      grazie anche dei tuoi incroci, sembra che ogni giorno che passa si faccia un passettino avanti, speriamo che tutto prosegua...
      baci

      Elimina
  14. Ciao Rita! il tuo primo pane mi sembra meraviglioso...insisti e non fermarti!
    Ci vuole dedizione e passione. Poi a mano a mano che farai pratica, affinerai anche il gusto.
    Io per esempio cerco di usare meno lievito possibile.. vedrai che pani leggeri portai gustare.
    Non perdere mai il tuo amore per i lieviti!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh se insisto Michela! ho fatto anche oggi (mercoledi) un bellissimo pane nero di una bontà strepitosa!!! ho seguito il tuo consiglio, ho ridotto già un pò la dose del lievito e ne è risultato un pane davvero leggero!!! grazie amica mia!!!
      bacio grosso

      Elimina
  15. Rita il tuo pane è assolutamente perfetto...bravissima...un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :-)) ricambio con affetto l'abbraccio!

      Elimina
  16. ciao Rita, arrivo solo ora qui da te e ho trovato il tuo post estremamente interessante
    non ho mai provato a fare il lievito madre e sentirne parlare altre blogger mi invoglia parecchio
    se poi vedo un pane così non mi resta che provarlo
    a presto
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non preoccuparti Sabina, ogni momento è buono, mi fa piacere che tu sia arrivata!!! benvenuta!!!!
      un abbraccio

      Elimina
  17. complimenti che pane e panini invitanti hai fatto, li assaggerei tutti volentieri. Anch'io in passato ho usato la pasta madre e i lievitati hanno un altro sapore. Brava bacio Rosalba

    RispondiElimina
  18. Cara Cinzia.. Si coglie quanto quest'attesa ti stia prendendo ogni attimo e pensiero.. Spero e ti auguro che alla fine arrivi ciò che aspetti... Una bella notizia!! Intanto fatti fare i complimenti perché sai dominare quel lievito madre.. Che il suo caratterino c'è l'ha.. E creare quel spettacolo di pane!! Guarda che al alveoli!! Brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara Luisa! spero prorpio al più presto di poter condividere con tutte voi una gioia infinita, dobbiamo però attendere ancora un pò, intanto sembra che tutto stia proseguendo al meglio!
      hai visto che mi sono buttata sul pane? certo tu che lo prepari nel forno al legna non hai paragoni, è il massimo! ma faccio del mio meglio!!! grazie cara e baci di cuore

      Elimina
  19. bravissima! hai sperimentato alla grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una passione che mi sta prendendo !!!! davvero affascinante il mondo del pane! e tu ne sai molto!!!! ciaooooooo

      Elimina
  20. complimenti, io con i lievitati vado poco d'accordo, dovrei mettermi d'impegno...Buona settimana..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, la parola giusta è impegno, questo richiede il lievito, anch'io una volta non riuscivo a combinare un granchè ma ora ho cambiato atteggiamento e dedico molto più tempo, così ottengo anhce i risultati!, sono sicura che anche tu ci riusciresti!!
      buona settimana anche a te cara!

      Elimina
  21. sei proprio brava fa voglia il tuo pane :)sono la tizzy ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao tizzy!!!!! che bello vederti qui :-)) grazie e bacio!

      Elimina
  22. Incrocio le dita per te
    e intanto complimentiiiiiiiii
    per questo pane delizioso!!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. che dire ...sempre brava!!! che pane incantevole e poetico...da assaggiare con un buon salame e del formaggio di malga .... :) ciao cara sorella bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per il pane ci penso io tu pensa al resto che organizziamo!!!!!!!
      bacioni!!!!!!!!!!!

      Elimina
  24. Wow,che bei risultati,complimenti...

    Da oggi sarò una tua nuova follower,con piacere ^_^ Ciaoo

    RispondiElimina
  25. Ti ho trovata per caso e ti dico: che bei pani che hai fatto! Anche io sono una patita dei lieviti naturali e condivido questa passione per la panificazione. Mi diverto a fare esperimenti, come te e deco dire che sei proprio brava!

    RispondiElimina