venerdì 29 marzo 2013

Gnocchi di patate al ragù

Oggi pubblico questa ricetta che avevo "in riserva" come succede,  in questi giorni sono un pò presa, senza una ragione precisa ma le giornate finiscono e non ho tempo di stare un pò a girovagare tra i blog in santa pace, ma oggi sono a casa e così ora pubblico e più tardi passo da tutte voi a salutavi e a farvi gli auguri di Buona Pasqua!!!


Ho cominciato a fare gli gnocchi che ero giovanissima, la mia mamma che era un ottima cuoca li amava particolarmente ma aveva un problema alle mani che non le permetteva di impastare le farine e così appena ha potuto mi ha insegnato a farli.
La domenica era il giorno speciale in cui tutta la famiglia si ritrovava in cucina, la mamma finalmente aveva un pò più di libertà e il mio papà dopo averci preparato la cioccolata per colazione ci spediva a messa e ne approfittava per sbrodolare sui fornelli, mettere sul fuoco lo spezzatino e a bollire le patate per gli gnocchi. Gli piaceva occuparsi di  noi in quel giorno di festa.
Al mio ritorno trovavo le patate belle calde, perchè così devono essere per poter fare gli gnocchi, e sotto l'occhio amorevole della mamma cominciavo quel gioco che mi piaceva tanto e che avevo presto  imparato nel migliore dei modi.
Allora quando si facevano gli gnocchi  lo spezzatino era di "castrato" che in pratica è l'agnellone, una pecora adulta, alimentata in modo particolare perchè la sua carne non avesse un gusto forte, carne di cui a Venezia c' era una ricca tradizione; questo tipo di carne cotta in umido dà un sugo particolarmente buono, denso e corposo che altre carni non riescono a dare. Ora con gli allevamenti intensivi e di provenienza estera in cui  i controlli non sono garantiti è più difficile trovare carne di buona qualità.

Per la ricetta seguente  ho fatto il ragù di manzo.

Gnocchi di patate con ragù




Ingredienti

per gli gnocchi:

8/900 gr patate farinose, da gnocchi
300 gr farina, circa!
1 uovo
sale

per condire:

Ragù di carne
Parmigiano doc

Prima di tutto preparo un ottimo Ragù di carne, come da ricetta del link.
Poi mi dedico a fare gli gnocchi.

Metto a bollire le patate lavate in abbondante acqua leggermente salata. Ancora calde le sbuccio e le passo allo schiacciapatate facendo cadere la polpa su una spianatoia infarinata, aggiungo il sale  e l'uovo leggermente sbattuto.
Comincio a impastare aggiungendo man mano la farina necessaria, è l'impasto che richiede la giusta quantità. Ma il segreto dei miei gnocchi è nella scarsa quantità di farina, io ne uso lo stretto necessario, e lavoro poco l'impasto per non stressarlo e farlo diventare colloso.

Con movimenti veloci dopo aver amalgamato la farina formo una palla da cui prelevo in 3/4 volte un poco di impasto che allungo, sempre sul tavolo infarinato, in filoncini della misura di un paio di cm di diametro.


Taglio gli gnocchi e li "rigo" usando la grattuggia come si faceva una volta, ma per chi è più tecnologico è ottimo anche l'attrezzo apposito.
Dispongo gli gnocchi che ho formato su dei vassoi infarinati e intanto metto a bollire l'acqua per la cottura.




Verso pochi gnocchi alla volta tirandoli fuori appena salgono in superficie e li dispongo in una larga terrina con abbondante ragù e parmigiano gratuggiato.
Mescolo con molta delicatezza e servo subito per la felicità di chi è a tavola!


32 commenti:

  1. A me li faceva sempre la mia nonna: 'Gnocchi di paperino', li chiamava, complice una ricetta sul manuale di Nonna Papera. <3 Lego tenerissimi ricordi agli gnocchi fatti in casa.. ero in grado di divorarne una quantità impossibile :) Grazie amica mia per questa ricetta unica e speciale. Complimenti e.. passa una Pasqua stupenda. Che possa tu trovare nel tuo uovo pasquale ciò che più brami e sogni, stella vera. TVTTTTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hdopo aver letto un pò dei vostri commenti mi accorgo che questa ricetta ha scatenato i ricordi più dolci dell'infanzia!
      Buona Pasqua anche a te tesoro, grazie del tuo splendido augurio, che sia di buon auspicio per noi e anche per te e la tua famiglia!
      baci

      Elimina
  2. amo gli gnocchi e ti dirò anch'io ho delle reminescenze lontane in cui la mia nonnina li faceva, e io è l'unica pasta fresca che riesco a fare ...!
    ma quanto saranno buoni?
    ah ! come ti capisco per le giornate che volano, guarda sto scrivendo proprio ora un post...
    tanti tanti auguroni!
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nonne, mamme, padri...a quanto sembra glimgnocchi hanno questo ruolo di unione familiare, che belli!!!!!!!!

      Elimina
  3. A me gli gnocchi ricordano la nonna, sono una pappa proprio buona:)
    Buona Pasqua carissima, ti bacio:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara, un Buon augurio anche a te e alla tua famiglia!!

      Elimina
  4. Io di patate li ho fatti una sola volta.. e non è andata bene.. impasto stra-appicciocoso! I tuoi son perfetti.. e conditi con il ragù.. che fame!! Buona Pasqua.. Un baciotto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente era colpa delle patate, troppo acquose. E' importante scegliere la patata giusta, sono certa che se riproverai saranno perfetti!
      baci e auguri!

      Elimina
  5. Che buoni gli gnocchi, ci stanno sempre bene! A me piacciono quelli piccoli piccoli che in Toscana chiamiamo "topini" :)
    Auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ummmhhh, carini e buoni i topini, voi toscani siete sempre gentili anche nel gerco dell'ottima cucina che vi distingue!
      Auguri!!

      Elimina
  6. Un rapido saluto ed un augurio sincero per una serena Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a te carissima Buona Pasqua!
      bacioni

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Uffff, mi sono incasinata con i commenti..... :)
    per me gli gnocchi sono mia nonna, io mi ricordo di me, bambina, che mi aggiravo curiosa e di lei che mi faceva fare gli gnocchi insieme, mi ricordo i suoi bellissimi e i miei tutti storti....
    Un abbraccio Rita, buona Pasqua e a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come vedi anche i miei sono storti, per la fretta! una volta come dico nel post, la mattinata era dedicata alla famiglia, con calma.... si faceva quello e basta, ora invece abbiamo mille progetti, tante cose da fare in quell'unica giornata a casa e allora anche i miei gnocchi non sono più così perfetti!!! l'importatnte però è che siano sempre buoni!
      ps che belli i ricordi di quando eravamo bambine!!!!

      Elimina
  9. Adoro gli gnocchi di patate e mi devo decidere a provarli qualche volta...seguiro' la tua ricetta!!!

    Buona Pasqua!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono certa che dopo non li lascerai più, ne farai un piatto consueto sulla tua tavola!
      Auguri anche a te!

      Elimina
  10. Io adoro gli gnocchi ed è una di quelle cose che la mia nonna faceva di continuo e la mia mamma non ha mai imparato a fare... ergo io non li so fare. Mi segno questa ricetta (anche se a me è quel circa che mi frega!) e proverò a farla. Approfitto per augurarti buona pasqua! Un bascio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh tua mamma viveva di rendita grazie alla tua nonna, in fatto di gnocchi ovvio, ma c'è sempre una prima volta per imparare, poi non si smette più, troppo buoni!!!!
      Auguri anche a te!!!!!!!

      Elimina
  11. Che bei ricordi, Rita! Le tradizioni vanno portate avanti!
    Buona Pasqua cara, ti auguro dei giorni sereni! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Buona Pasqua mia cara a te e Famiglia e....buoni questi gnocchi ciao

    RispondiElimina
  13. Che buoni gli gnocchi, i miei non vengono come quelli di mamma, tutti perfetti :),lei ha infinita pazienza!!
    Ottimo piatto, sei stata bravissima!!!
    Un abbraccio e Felice Pasqua!!!

    RispondiElimina
  14. Ritaaaaa..pure la mia mamma faceva spesso gli gnocchi e io li preparavo insieme a lei e li adoro!!
    Ma sai che anche noi li righiamo con il retro della grattugia????
    Sono buonissimi, hai fatto bene a pubblicare la ricetta!!
    Ti auguro di tutto cuore una felice e serena Pasqua..scusa se non sono passata molto ultimamente ma tra l'influenza e varie ed eventuali ho corso come un treno senza freni...
    Ti abbraccio! Roberta <3

    RispondiElimina
  15. Tesoro grazie per questi ricordi, mi è piaciuto leggere il post e immaginare la tua domenica di quando eri piccola. Che dire, questi gnocchi sono semplicemente perfetti :)
    Buona Pasqua Rita, di cuore!

    RispondiElimina
  16. Ciao, i gnocchi sono al massimo con un buon ragù!!!
    Tantissimi auguri di Buona Pasqua a te e ai tuoi cari!!!

    RispondiElimina
  17. gustosi e invitanti, buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  18. Li fai e li servi come faceva mia madre...Meravigliosi!!!!!Brava, brava...E buona Pasqua a te!!!!

    RispondiElimina
  19. Li fai e li servi come faceva mia madre...Meravigliosi!!!!!Brava, brava...E buona Pasqua a te!!!!

    RispondiElimina
  20. Li fai e li servi come faceva mia madre...Meravigliosi!!!!!Brava, brava...E buona Pasqua a te!!!!

    RispondiElimina
  21. buoni gli gnocchi, anche io è un pó che voglio farli!!!!! auguroni!!!

    RispondiElimina